Comunicati stampa del Sindaco e del Presidente del Consiglio Comunale


Francesco Todaro
SINDACO DI ALIA

- SPEREQUAZIONE NEI TRASFERIMENTI REGIONALI IN DANNO ANCHE DEL COMUNE DI ALIA PER L’ESERCIZIO 2015 COMUNICATO STAMPA.  "L’Amministrazione ed il Consiglio Comunale di Alia indicono una pubblica Assemblea per il 18 dicembre 2015, alle ore 16,00 presso i locali della Società Mutuo Soccorso “L’Avvenire” siti in a Garibaldi, per un pubblico dibattito sul tema “ Sperequazione nei trasferimenti Regionali in danno anche del Comune di Alia per l’esercizio 2015” e per costituire un Comitato congiunto formato dall’Amministrazione, dal Consiglio Comunale e dai Cittadini per intraprendere tutte quelle iniziative nei confronti del Governo e della Regione che saranno ritenute utili e conducenti affinché il Comune di Alia abbia a ricevere la stessa massa di trasferimenti Regionali di tutti gli altri Comuni della Sicilia sotto i 5.000 abitanti.

Francesco Todaro – Sindaco del Comune di Alia e Matteo Cocchiara - Presidente del Consiglio Comunale di Alia.          (15 dicembre 2015)


_ Si porta a conoscenza della cittadinanza, che a seguito della segnalazione effettuata dal Sindaco di Alia relativamente allo stato di pericolo della S.S.n°121 "Catanese" tratto compreso tra il Bivio di Alia e la Stazione di Roccapalumba-Alia, il Direttore Regionale dell'ANAS ha comunicato che sono in corso i lavori di manutenzione ordinaria 2014, per l'eliminazione delle deformazioni presenti nel piano viabile con interventi di risagomatura dei predetti tratti stradali. (14 novembre 2014).

“Liete novelle” per la nostra comunità grazie alle richieste presentate in merito al Decreto del Fare. Abbiamo ricevuto due finanziamenti in merito all’iniziativa “Scuole Belle”, rispettivamente di € 7.000,00 e € 12.600,00 importanti per realizzare dei piccoli lavori di manutenzione e decoro dei nostri edifici scolastici.
Il contributo più importante è relativo invece alla linea “Scuole Sicure”, con il quale è stato finanziato un progetto di € 917.200,00 per la riqualificazione energetica della Scuola Media. “Il progetto, curato in particolare dall’Ing. Salvatore Concialdi e dal Geom.Angelo Castiglione del nostro Ufficio Tecnico, prevede un miglioramento delle prestazioni energetiche dell’edificio, con tecniche di isolamento termico, sostituzione degli infissi e della pavimentazione interna,  al fine di ottimizzare i consumi ma anche offrire un ambiente più confortevole ai nostri ragazzi” afferma con soddisfazione il Sindaco di Alia, Francesco Todaro.  (9 luglio 2014)

Cari concittadini,
in riferimento al pagamento della Tariffa sui rifiuti in arrivo nelle Vostre case in questi giorni, ritengo opportuno fornirVi alcuni chiarimenti.

 


Matteo Cocchiara
PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

- Comunicato stampa del Presidente dell'Asael e Presidente del Consiglio Comunale di Alia Matteo Cocchiara. Il Punto di vista dell’ASAEL su "Gestione delle situazioni di emergenza nei territori dei Comuni siciliani dovuti ad eventi calamitosi" . leggi documento    (18 gennaio 2017)

- Comunicato stampa del Presidente dell'Asael e Presidente del Consiglio Comunale di Alia Matteo Cocchiara. Il Punto di vista dell’ASAEL sulle tematiche emergenti per gli enti locali siciliani fra un anno che finisce ed un altro che va ad iniziare!! “Per le emergenze degli enti locali siciliani non si intravedono (purtroppo!!) soluzioni, bensì un loro aggravamento!!”. Documento inviato: al Presidente della Repubblica, al Presidente della Regione, agli Assessori alle Autonomie Locali ed all’Economia, al Presidente ed ai Capi Gruppo dell’ARS .  leggi documento  (22 dicembre 2016)

 

- Comunicato stampa del Presidente dell'Asael e Presidente del Consiglio Comunale di Alia Matteo Cocchiara “SEMPRE PIU’ CON IL CONTAGOCCE I TRASFERIMENTI REGIONALI AI COMUNI SICILIANI” Comunicato stampa di Matteo Cocchiara Presidente dell'ASAEL e Presidente del Consiglio Comunale di Alia.

Continua la telenovela dei trasferimenti regionali ai Comuni per l’esercizio corrente, con cui gli amministratori locali dovrebbero dare copertura finanziaria alla spesa corrente per garantire servizi essenziali ai cittadini, nonché per garantire la continuità ai contratti dei precari e per realizzare investimenti.

Questo il sintetico riassunto dei lavori della Conferenza Regione/Autonomie locali che oggi è stata chiamata ad esprimere il proprio parere sui rispettivi piani di riparto e sulla base dei quali gli enti locali avrebbero finalmente (!!) potuto varare i propri bilanci di previsione 2016, ridando in tal modo fiato alle proprie funzioni istituzionali.

Ebbene la risposta è stata solo “parziale” da parte del Governo regionale, con la motivazione che il famoso “accordo romano” non ha del tutto fatto quadrare i conti alle scoperture evidenziate nel bilancio regionale, che ancora abbisogna di oltre 50 milioni di euro per avere completa copertura finanziaria.

E quindi è sembrato molto semplice e sbrigativo (!!) al Governo proporre agli enti locali di contentarsi di trasferimenti che vedono ad esercizio che volge al termine di “programmare” la spesa sulla base di un acconto sugli stanziamenti finali (95% per i precari, 95% per la spesa corrente)

Più nebulosa ed incerta invece appare la parte dei trasferimenti che riguarda la spesa in “conto capitale”, che da un lato vede l’assegnazione di 50 milioni di euro destinati al pagamento delle rate di mutui con una misteriosa destinazione priva di criteri obiettivi a quei Comuni con “accertate difficoltà finanziarie e che abbiano dimostrato misure di contenimento della spesa”.

Altra tranche di trasferimenti per investimenti (115 milioni di euro) dovrebbero vedere la loro fonte nei c.d. “Fondi PAC” con procedure che saranno adottate ai sensi di una delibera del CIPE.

Come dire, appare evidente, che i Comuni possono scordarsi per quest’anno di potere sostituire una semplice mattonella nelle proprie strade e/o sostituire una lampada !!.

Di fronte a tale scenario apocalittico, l’ASAEL, di concerto con le altre rappresentanze delle autonomie, non ha potuto fare altro che esprimere un parere contrario alla proposta del Governo, chiedendo purtuttavia di dare corso (e per evidenti motivi di sopravvivenza !!) ai procedimenti che possano portate ad emettere i provvedimenti relativi ai precari ed alla spesa corrente, oltre i provvedimenti per i c.d. “Comuni in dissesto”, chiedendo nel contempo al Governo un incontro urgente per avere le opportune garanzie per la copertura integrale di quanto di spettanza ed affrontando il nodo della spesa in “conto capitale” per i motivi prima esposti.

“Da queste considerazioni – sottolinea il Presidente dell’Asael, Matteo Cocchiara – non possiamo come mondo delle autonomie non rimanere attoniti rispetto a questo ennesimo tentativo della politica regionale di espropriare ai Comuni il proprio diritto-dovere di governare i territori ed i loro bisogni quotidiani.

Siamo arrivati ormai quasi ad un punto di non ritorno per le sorti stesse della vita delle rappresentanze democratiche, a cui la politica nel suo complesso ha il dovere di dare risposte urgenti e complete, perché è evidente che siamo ormai al collasso dello stesso “sistema Regione”.

Palermo 4 Agosto 2016

 

- Comunicato stampa del Presidente dell'Asael e Presidente del Consiglio Comunale di Alia Matteo Cocchiara su  vertenza Stato Regione e commissari per i bilanci. leggi    (22 giugno 2016)

- "La politica rivolta alla fruizione dei tanti beni culturali esistenti nell'entroterra siciliano sino ad oggi spesso non ha portato ai risultati sperati. Occorre pertanto che gli enti locali, nei cui territori insistono tanti beni culturali, puntino alla loro valorizzazione in progetti di sviluppo chiedendo alla Regione di essere coinvolti nelle scelte strategiche che la stessa andra' a determinare nell'ambito del programma comunitario 2016 /2020". Lo ha detto Matteo Cocchiara, presidente del consiglio comunale di Alia, intervenendo alla giornata di studi "La Sicilia nell'eta' del bronzo" organizzata da Sicilia Antica, con il patrocinio del Comune.

 

- Un primo giudizio dell’ASAEL sulla Finanziaria regionale 2016 approvata. - Comunicato stampa del Presidente dell'Asael e Presidente del Consiglio Comunale di Alia Matteo Cocchiara.

 

"Ormai non è p' rinviabile la riforma dell'attuale sistema dei trasferimenti regionali agli enti locali, stante che le annuali Finanziarie relegano le autonomie locali al ruolo di ricorrenti e semplici "questuanti", che stanno appesi alle decisioni non sempre prevedibili di una politica, che stenta a riconoscere che i Comuni sono categorie istituzionali e segmenti dello Stato che non possono essere confusi con tante altre articolazioni della società'.

 

 I bisogni dei cittadini amministrati dagli enti locali non possono più' essere confusi e messi in concorrenza nell'utilizzazione delle risorse da parte della Regione con le molteplici risposte da dare ad infiniti richiedenti.

 

 "Se questa vuole essere considerata una Finanziaria di riforme, - sottolinea Matteo Cocchiara, Presidente dell'Asael -,occorre che si cominci con ogni rapidità' ad attuare un principio del federalismo fiscale basato sulla "certezza e tempestività' delle entrate dei bilanci dei Comuni".

 

 Palermo 3 Marzo 2016


- Comunicato stampa del Presidente del Consiglio Comunale di Alia Matteo Cocchiara. (02/03/2016)

L'Assemblea Regionale Siciliana ha riconosciuto il diritto del Comune di Alia ad avere riconosciuto lo stesso trattamento di tutti i rimanenti Comuni della Sicilia con popolazione al di sotto i 5 mila abitanti, anche se non annoverati tra quelli "montani".
Con l'approvazione di un apposito emendamento all'art. 8 della legge finanziaria regionale avvenuta giorni addietro, l'Ars ha cancellato una grave ingiustizia che da parecchi anni ha determinato un notevole danno di parecchie centinaia di migliaia di euro in termini di mancati trasferimenti al nostro Comune, che si è visto costretto a non potere erogare ai propri cittadini diversi servizi sociali, spesso non potendo fare fronte alle manutenzioni degli impianti e restringere sempre di più la quotidiana spesa corrente.
"Ritengo che la battaglia , civile ma vigorosa, che il Consiglio Comunale, assieme all'Amministrazione ed all'intera cittadinanza, ha condotto in questi ultimi mesi, afferma Matteo Cocchiara, Presidente del Consiglio di Alia, ha contribuito a questa significativa vittoria, dopo aver fatto acquisire alle forze politiche presenti in Assemblea, tramite diverse audizioni presso le competenti commissioni legislative, la consapevolezza della pesante sperequazione di cui era rimasto vittima il Comune in tema di trasferimenti regionali.
Di già per il corrente anno il nostro Comune riceverà finanziamenti per la spesa corrente pari agli altri enti locali di pari popolazione e territorio.
Sono finalmente orgoglioso per il risultato raggiunto che premia un modo nobile ed efficace del fare politica".


- Comunicato stampa del Presidente dell'Asael e Presidente del Consiglio Comunale di Alia Matteo Cocchiara su audizione all'Ars.

Nell'ambito dell'audizione avuta il 3/2 u.s. dall'Asael innanzi la Commissione Bilancio dell'Assemblea Regionale Siciliana per esporre il punto di vista dei Comuni rispetto al contenuto del disegno di legge di Stabilità regionale 2016, il Presidente Matteo Cocchiara ha illustrato nello specifico la grave situazione in cui si verrebbe a trovare il Comune di Alia, qualora detta norma venisse approvata con l'esclusione fra il novero dei c.d. "piccoli comuni" di quei pochi (tra cui il nostro ente) non considerati "montani".

Alla richiesta di una urgente modifica al testo del disegno di legge, la Commissione ha concordato con le richieste del Presidente del Consiglio, preannunciando un emendamento che eliminasse il riferimento ad una vecchia norma (la L.984/1977) che ha sempre escluso il Comune di Alia dal novero di quelli c.d. "montani". 

"Ritengo - afferma Matteo Cocchiara- che questo sia l'anno buono per eliminare questo grave atto d'ingiustizia che tanto danno ha prodotto in termini di mancati trasferimenti (una media di 700 mila euro all'anno); ed in questo senso continuerà il mio impegno, seguendo tutta la fase finale dell'iter della predetta manovra finanziaria regionale fino all'approvazione finale". (05/02/2016)

- NUOVO PROTAGONISMO NEL RAPPORTO TRA ISTITUZIONI SCOLASTICHE E TERRITORIO: RUOLO DELL'ENTE LOCALE". Si e' tenuto giorno 15 gennaio u.s., presso l'ITC di Alia una Conferenza- dibattito sul tema: "Nuovo protagonismonel rapporto tra istituzioni scolastiche e territorio:ruolo dell'Ente locale". 

L'incontro, molto partecipato da amministratori, studenti, corpo docente e genitori, e' stato organizzato dal Consiglio Comunale di Alia in occasione della ricorrenza della premiazione annuale degli studenti della scuola media inferiore  che si sono particolarmente distinti nello scorso anno scolastico.
Il tema delle innovazioni introdotte nel funzionamento delle istituzioni scolastiche a seguito della riforma della c.d. "La buona scuola" e' stato sviluppato negli interventi del Sindaco di Alia, Francesco Todaro, dal Provveditore agli studi di Palermo, Marco Anello e dai dirigenti scolastici Adriana Iovino e Giuseppa Milazzo, dai quali e' emersa l'assoluta necessita' di dare basilare importanza al rapporto fra scuola ed esigenze di sviluppo dei territori, con riferimento altresi' al concetto di scuola-lavoro.
"L'odierna iniziativa - sottolinea Matteo Cocchiara, Presidente del Consiglio di Alia e coordinatore dell'incontro- e' stato un utile e produttivo confronto fra l'istituzione scolastica ed i governi locali, da cui e' emersa la necessita' che occorre fare sistema fra scuola e comuni, perche' la gestione dei processi di sviluppo non puo' prescindere dalla sinergia fra questi due mondi che sino ad ora si sono parlati molto poco".
Partendo da tale considerazione, e' stato preannunciato dal rappresentante del Comune che verra' data cadenza annuale alla Conferenza". (19/01/2016)


- Comunicato stampa del Presidente dell'Asael e Presidente del Consiglio Comunale di Alia Matteo Cocchiara su proroga precari (16 dicembre 2015)

- SPEREQUAZIONE NEI TRASFERIMENTI REGIONALI IN DANNO ANCHE DEL COMUNE DI ALIA PER L’ESERCIZIO 2015 COMUNICATO STAMPA.  "L’Amministrazione ed il Consiglio Comunale di Alia indicono una pubblica Assemblea per il 18 dicembre 2015, alle ore 16,00 presso i locali della Società Mutuo Soccorso “L’Avvenire” siti in a Garibaldi, per un pubblico dibattito sul tema “ Sperequazione nei trasferimenti Regionali in danno anche del Comune di Alia per l’esercizio 2015” e per costituire un Comitato congiunto formato dall’Amministrazione, dal Consiglio Comunale e dai Cittadini per intraprendere tutte quelle iniziative nei confronti del Governo e della Regione che saranno ritenute utili e conducenti affinché il Comune di Alia abbia a ricevere la stessa massa di trasferimenti Regionali di tutti gli altri Comuni della Sicilia sotto i 5.000 abitanti.

Francesco Todaro – Sindaco del Comune di Alia e Matteo Cocchiara - Presidente del Consiglio Comunale di Alia.

 

            Alia 15 dicembre 2015


- Comunicato stampa - QUALI SOLUZIONI IN VISTA PER I PRECARI DEI COMUNI ?!

 

Si ritiene che, dopo ripetuti e poco strategici provvedimenti di "proroghe" per i precari degli enti locali, l’iniziativa di parte governativa, riportata nelle ultime ore dalla stampa, potrebbe essere finalmente una soluzione "razionale" per il delicato problema, al fine di dare ai Comuni la possibilità di utilizzare al meglio i "contrattisti", che potrebbe avvenire sulla scorta di quali siano le proprie carenze ed eventuali eccedenze in termini di personale.

 

Occorre infatti che a ciascun ente si dia la possibilità di dichiarare quali siano le reali e documentate esigenze di coprire i vuoti nel proprio organico e che in atto impedisce di dare congrue risposte in termini di servizi al cittadino-contribuente.

 

Inoltre è corretto sottolineare che la proposta, se attuata, avrebbe anche il significato di un uso corretto e razionale delle risorse, oltre a dare una dimostrazione di come si può modernizzare la pubblica amministrazione locale, alla luce anche dei principi della recente riforma Madia, primo fra tutti la necessità di una profonda riorganizzazione della burocrazia all'insegna anche di una sua modernizzazione.

 

In tal senso corre l'obbligo di sottolineare che il precariato nei Comuni comprende "contrattisti" ed "Asu", che dovrebbero pertanto essere entrambi compresi in questa iniziativa legislativa ed inoltre è assolutamente necessario che la copertura finanziaria della stessa (250 milioni di euro circa per ogni esercizio !) ricada sul bilancio dello Stato, in considerazione del fatto che l'attuale condizione del bilancio regionale è ormai noto a tutti che non consentirebbe il finanziamento di una nuova eventuale proroga.

 

Palermo 30 Novembre 2015



- Il Presidente del Consiglio Comunale di Alia Matteo Cocchiara ha inviato una lettera al Sindaco di Parigi M.me Anne Hidalgo per esprime profondo cordoglio a tutti i francesi per gli attentati terroristici del 13 novembre. lettera
(16 novembre 2015)


- Comunicato stampa - Resoconto della Conferenza Regione-Autonomie Locali del 2 ottobre 2015. Comunicato stampa del Presidente dell'Asael e Presidente del Consiglio Comunale di Alia Matteo Cocchiara (09 ottobre 2015) . leggi


- Comunicato stampa - I Comuni sull'orlo del collasso finanziario. Comunicato stampa del Presidente dell'Asael e Presidente del Consiglio Comunale di Alia Dr. Matteo Cocchiara (01 ottobre 2015). leggi

- Comunicato stampa - Si comunica alla cittadinanza tutta che si è svolta giorno 5 marzo 2015, presso l’Aula Consiliare, su invito del Presidente del Consiglio Comunale di Alia, giusta nota prot. n. 2367 del 27.02.2015, un incontro con i Sindaci e i Presidenti dei Consigli comunali dei Comuni dell’Unione della “Valle del Torto e dei Feudi” e di altri Comuni viciniori.

Erano presenti all’incontro, presieduto dal dott. Matteo Cocchiara, i Presidenti dei Consigli Comunali dei comuni di Cerda, Roccapalumba, Montemaggiore, Vicari, il Sindaco di Alia, Roccapalumba e il vice Sindaco di Vicari, nonché i Consiglieri comunali di Alia, Ditta e Ortolano.

Nel corso dell’incontro si è dibattuto sulla problematica relativa alla scadenza del termine di gestione diretta del servizio idrico da parte dell’Ato 1 di Palermo, cercando di individuare un percorso comune per garantire la continuità della gestione del servizio idrico, delle reti, delle infrastrutture e delle risorse necessarie, al fine di garantire la continuità almeno in via transitoria ed emergenziale.

Dopo ampio dibattito, nel corso del quale sono state esposte le varie attuali situazioni locali in rapporto al servizio di che trattasi, gli amministratori presenti hanno convenuto di prendere in considerazione l’ipotesi di trovare soluzioni che potessero essere migliorative rispetto all’ipotesi Amap e magari ridiscuterne in un successivo incontro. (13 MARZO 2015)


- Comunicato stampa del Presidente dell'Asael e Presidente del Consiglio Comunale di Alia Matteo Cocchiara, sull'Audizione  dell'ASAEL innanzi la Commissione AA.II. dell'ARS sulla riscrittura del testo governativo (ddl n°833  e precedenti) su “Disposizioni in materia di Liberi Consorzi comunali e Città Metropolitane” leggi (16 FEBBRAIO 2015)

-  Dovendo procedere all’approvazione delle direttive generali per la revisione del P.R.G. di Alia, è stato indetto per   lunedì 16 febbraio 2015 alle ore 16,00 presso l’Aula Consiliare del Comune di Alia in via R. Elena n.1, un incontro, con tutte le forze sociali, culturali, sindacali, professionali, imprenditoriali e produttive locali.
Il fine di tale incontro sarà quello di acquisire ogni elemento propositivo utile ad essere inserito nell’ambito delle “direttive generali” che il Consiglio Comunale andrà ad impartire all’Ufficio Progettista, incaricato di redigere la proposta del Piano Regolatore Generale, ai sensi dell’art. 3 della L.R. n. 15/91.
Vista l’importanza di tale momento di concertazione, si invita tutta la cittadinanza a partecipare.
Il Presidente del Consiglio Comunale Dr. Matteo Cocchiara (13 FEBBRAIO 2015)



- L'ASAEL in audizione all'ARS (Commissione Bilancio) su "Presente e futuro" dei precari negli Enti Locali. Comunicato stampa del Presidente dell'Asael e Presidente del Consiglio Comunale di Alia Matteo Cocchiara.  Leggi  (10 dicembre 2014)

- ALIA. Con apposita delibera del Consiglio Comunale, l’ente locale aliese ha aderito all’Aro (Ambito Raccolta Ottimale) “Alte Madonie” costituito dai Comuni facenti parte dell’ex Ato Palermo 6 con il Comune di Gangi ente capofila.
L’assemblea consiliare ha votato l’adesione sulla scorta di un piano economico che prevede un notevole risparmio sul costo del servizio di raccolta dei rifiuti che verrà attuato con il sistema del “porta a porta”, con l’adozione della differenziata, lo spazzamento delle strade e con il conferimento nella discarica di Castellana.
L’adesione all'Aro Madonie dovrebbe comportare un risparmio di circa 100 mila euro annue rispetto al costo del servizio reso in passato dal Consorzio Coinres. “Ci si augura – afferma il Presidente del consesso consiliare Matteo Cocchiara - che con il cambio del soggetto gestore possa migliorare la qualità del servizio e, soprattutto, la garanzia di un sistema di gestione trasparente su cui comunque sarà opportuno un periodico rapporto all'organo politico che potrà in tal modo farsi garante nei confronti del cittadino utente-contribuente".  (20 novembre 2014)

- <Si è svolta la seconda premiazione per i due alunni della scuola media inferiore che si sono particolarmente distinti per il lodevole profitto conseguito nell'anno scolastico 2013/2014. Sulla scorta di approfondite motivazioni espresse dal corpo docente, Giovanni D'Alessio e Alessandra Vicari, hanno ricevuto una targa dalle mani del Presidente del Consiglio Comunale, Matteo Cocchiara, che ha affermato che questa 2^ edizione dell'iniziativa manifesta la volontà del consesso a guardare con particolare interesse all'istituzione scolastica quale punto di riferimento indispensabile nella crescita delle giovani generazioni>. (17 novembre 2014)

- La notizia dell'entrata in funzione di un sistema intranet messo a punto nel poliambulatorio di Lercara Friddi da parte del distretto sanitario - afferma Matteo Cocchiara, Presidente del Consiglio di Alia e coordinatore della Conferenza dei Consigli dei Comuni della "Valle del Torto e del Vallone" - non può che farci sempre più convincere che il potenziamento dei servizi sanitari, richiesto recentemente dai Consigli Comunali, comincia a trovare delle risposte.

Occorre sottolineare comunque che servizi essenziali (in primis quello del 118) debbono essere realizzati con ogni urgenza in ogni comune, sulla base di una sana politica di un sempre maggiore decentramento possibile in favore dei territori>>.
(17 novembre 2014)


- Comunicato stampa del Presidente dell'Asael e Presidente del Consiglio Comunale di Alia Matteo Cocchiara. Richiesta incontro sulle urgenze degli Enti Locali Siciliani.  (11 novembre 2014)

- A nome mio e dell'intero Consiglio Comunale, esprimo sentito compiacimento per il potenziamento dell'Ufficio di Lercara Friddi dell'Agenzia delle Entrate avvenuto con la disponibilita' mostrata dal Comune e la sensibilita' espressa dal Direttore Provinciale di Palermo. La nuova struttura consentira' in tal modo ai contribuenti dell'intero territorio della Valle del Torto di potere fruire dei vari servizi fiscali senza piu' la preoccupazione di doversi recare agli uffici di Palermo."
Matteo Cocchiara -Presidente del Consiglio Comunale di Alia. (5 novembre 2014)


- Anticorruzione e Trasparenza: adempimenti formali o strumenti di diffusione di una nuova cultura dell'integrità dell'azione amministrativa?  di Matteo Cocchiara Presidente dell'Asael e Presidente del Consiglio Comunale di Alia.
Il tema della corruzione nelle pubbliche amministrazioni e fra quest’ultimi negli enti locali introdotto dalla L. n°190/2012 (c.d. Legge Anticorruzione) ha assunto nel dibattito politico-istituzionale una particolare rilevanza per almeno due motivi principali.
In primis il fenomeno della corruzione è particolarmente avvertito dai cittadini proprio per il rapporto di vicinanza che questi hanno con gli Uffici dell’amministrazione comunale e quindi ciò consente una percezione sicuramente maggiore sull’eventuale esistenza di fenomeni e comportamenti legati alla corruzione.
In secondo luogo gli enti locali sono più soggetti ad episodi di corruzione a fronte sia per le funzioni e le particolari materie che sono chiamati a regolamentare e a “gestire” e sia per via delle reti di relazioni che vengono strette tra poteri, politici ed amministrativi, le quali possono essere più o meno intense per facilitare l'emersione di quei fenomeni corruttivi riconducibili alla c.d. “maladministration”.
Ed è proprio a causa di questa “particolarità” che il fenomeno corruzione assume una particolare condizione patologica nelle autonomie locali ed il legislatore pertanto ha avvertito la necessità di imporre anche al sistema dei governi locali, costituzionalmente garantiti, le previsioni della legge 190/2012, anche se non pochi dubbi di legittimità costituzionale sono state sollevate con riferimento soprattutto alle norme in essa contenute e che incidono sull’assetto organizzativo dell’ente pubblico.
In proposito appare opportuno segnalare che, a seguito della riforma del Titolo V della Costituzione con la riformulazione del suo art. 117, la materia dell’organizzazione amministrativa è riconducibile alla competenza legislativa esclusiva dello Stato per i soli aspetti concernenti le amministrazioni centrali e gli enti pubblici nazionali, mentre le Regioni e gli enti locali hanno, com’è noto, una propria potestà normativa in ordine alla disciplina dell’organizzazione e dello svolgimento delle funzioni loro attribuite.
Ma a parte queste, seppur importanti, considerazioni sull’intervento innovatore del legislatore, occorre verificare in quest’innovazione rivolta a determinare una migliore efficacia dell’azione amministrativa, è importante chiedersi, sul piano strettamente “politico-istituzionale”, se “Anticorruzione e Trasparenza possano rappresentare strumenti di diffusione di una nuova cultura dell'integrità dell'azione amministrativa” e non semplici adempimenti formali voluti dal legislatore della riforma.
Credo che in questo senso l’intervento innovatore rafforzi la finalità perseguita dal legislatore nell’avere attuato un’iniziativa riformatrice che mira sostanzialmente ad incidere, anche coinvolgendo i poteri locali, sulla qualità dell’amministrazione e sull’efficacia della stessa azione amministrativa, che riuscirà in tal modo ad essere efficace per dare pronte risposte al cittadino, rafforzandone quindi la fiducia nei pubblici poteri.
Ma per assicurare all’innovazione certezza di successo, la lotta al fenomeno della corruzione dovrà vedere impegnati, in prima linea, gli enti locali con i loro amministratori ed i propri funzionari, che in simbiosi si apprestano, oggi più di ieri, a dipingere una P.A. più pulita, trasparente e pertanto più efficace, nella consapevolezza che in tal modo possano contribuire a raggiungere nel nostro paese quell’obiettivo che il Governo ha inserito nel progetto presentato all’Europa e che vede fra i rimedi per risollevare la nostra condizione di crisi socio-economica un efficace impegno nella lotta ai fenomeni della “corruzione e dell’evasione fiscale”.
Altro aspetto, non meno importante, della L.n°190/12 è rappresentato dalla nuova filosofia che la stessa emana sul piano del rapporto fra l’ente locale ed i suoi tradizionali attori che ne hanno sempre determinano il funzionamento e cioè gli amministratori da un lato e i funzionari dall’altro, che oggi si vedono interrogati ed incalzati sempre più dai cittadini che chiedono l’appagamento dei propri bisogni ed il rispetto dei propri diritti.
Tutto ciò porta alla necessità di affermare il principio che “Il Comune non è degli amministratori e dei burocrati, ma dei cittadini” che ne rappresentano gli unici e veri destinatari del risultato dell’azione amministrativa e la “legge anticorruzione” ne è uno efficace strumento per attuare tale principio, introducendo una vera rivoluzione sul piano di una maggiore trasparenza del procedimento amministrativo, con la pubblicizzazione degli atti qualificanti, e, aggiungerei, con il coinvolgimento degli amministrati nelle scelte e nella verifica della loro attuazione.
Occorre ancora sottolineare che la predetta riforma introduce importanti e radicali trasformazioni nel comportamento del pubblico dipendente, disegnandone con il DPR n°33/2013 un apposito “codice” e ciò proprio per assicurare la qualità dei servizi e per prevenire i fenomeni più tipici della corruzione, prevederne il rispetto dei doveri costituzionali della diligenza, lealtà, imparzialità e servizio esclusivo alla cura dell’interesse pubblico.
Ed inoltre occorre sottolineare che l’intervento legislativo ha previsto altresì una apposita delega al Governo per modificare la disciplina in materia di attribuzione di incarichi dirigenziali e di quelli di responsabilità amministrativa di vertice delle pubbliche amministrazioni, oltre ad intervenire anche in tema di “inconferibilità ed incompatibilità” di incarichi presso le stesse fra i titolari di incarichi amministrativi e funzioni elettive che potrebbero essere chiamati a ricoprire, nonché a prevedere diverse ipotesi di incandidabilità a cariche elettive.
Ma dopo avere correttamente esternato profondo compiacimento per questo complesso ed efficace intervento sul piano dell’efficacia e della trasparenza dell’azione amministrativa, al legislatore non possiamo, come amministratori locali, non fare alcune osservazioni sul piano di una sua attuabilità veloce ed efficace, al solo scopo di favorirne i risultati auspicati.
In primo luogo è doveroso puntualizzare che una piena e completa attuazione dell’intervento legislativo passa necessariamente, nella diversità delle fattispecie in cui dovrebbe trovare applicazione, dalla considerazione che numerose strutture comunali in cui esistono spesso “poche figure professionali” ( se non addirittura una sola nei piccoli comuni !) con la sola attuazione del principio obbligatorio della “rotazione” rischiano di mettere in pericolo la stessa continuità del normale funzionamento dei vari comparti e/o settori amministrativi ed addirittura si potrebbe determinare la loro stessa paralisi.
In tale direzione una soluzione potrebbe darla l’associazionismo fra comuni mettendo in gestione associata alcune funzioni fondamentali, praticando il disposto del D.L.n°138/2012 di già operativo nel resto del paese, in vista anche dell’attuazione dei Liberi Consorzi in Sicilia.
Altra questione che occorre evidenziare al legislatore al fine dell’attuazione dei relativi rimedi che se da un lato con la legge anticorruzione si assegna un ruolo cardine al Segretario Comunale, quale “naturale responsabile”, nella maggior parte dei casi, della prevenzione del fenomeno della corruzione e della trasparenza negli enti locali e nel contempo per questa figura apicale e di coordinamento generale degli uffici si programma l’abolizione nella struttura dell’ente, così come risulterebbe da alcune recenti proposte del Governo.
Riteniamo che queste considerazioni sia doveroso sottoporle all’A.N.A.C., oltre che agli organi di governo, affinchè venga data ampia assicurazione che detto disegno venga con immediatezza accantonato, pena l’inapplicabilità del valido intervento legislativo sul tema della lotta al fenomeno della corruzione nella pubblica amministrazione locale per le ampie motivazioni prima esposte.   (29 Ottobre 2014)

- Comunicato istituzionale. In data 13 ottobre 2014, si è riunita nella sala consiliare del comune di Alia la Conferenza Permanente dei Presidenti dei Consigli Comunali della "Valle del Torto e del Vallone", per esaminare la situazione politico-istituzionale in cui oggi si trovano soprattutto i territori di queste aree interne, a causa di una crisi economica determinata, in special modo, da una condizione di emarginazione per via di un mancato accesso all'asse autostradale del termitano.
Con la partecipazione dei Presidenti di Alia, Termini Imerese, Montemaggiore, Vallelunga, Lercara Friddi, Roccapalumba e Vicari è stata evidenziata la necessità di rappresentare, con un apposito documento approvato alla Regione, che non sono più procrastinabili le soluzioni da dare alla mancata riforma del sistema dei rifiuti, dell'acqua pubblica, della finanza locale, del naufragio della riforma delle Province, del precariato di un più razionale utilizzo dei fondi comunitari e, nel contempo, un coinvolgimento dei Consigli Comunali nella programmazione della Sanità e dei Servizi Sociali.
A conclusione della riunione è stato concordato di organizzare un incontro-dibattito da tenersi a Termini Imerese a fine Novembre per ripresentare l'idea progettuale di una nuova viabilità che colleghi in maniera moderna e funzionale questi Comuni dell'interno con l'agglomerato Imerese e che consenta di riprendere una serie di relazioni Socio-Economiche e Culturali con il centro Termale.
"Abbiamo voluto riprendere un ragionamento politico-istituzionale, sottolinea Matteo Cocchiara - Presidente del Consiglio di Alia - che valorizzi il ruolo di programmazione dello sviluppo dei territori che l'ordinamento assegna alle Assemblee e che spesso viene dimenticato dai propri componenti". (14/10/2014)


- Comunicato stampa del Presidente dell'Asael e Presidente del Consiglio Comunale di Alia Matteo Cocchiara. Intervenendo all’Assemblea dei Sindaci che si è tenuta mercoledì 8 ottobre alla sala Gialla dell’ARS, il Presidente dell’Asael ha sottolineato nel suo intervento la grave crisi istituzionale in atto nella nostra regione e la assoluta mancanza di concertazione nelle scelte politiche che hanno riguardato gli enti locali. Ha sottolineato inoltre che la mancanza in Sicilia del Consiglio delle Autonomie Locali (istituita in quasi tutte le altre regioni) ha consentito al Governo ed all’ARS il varo di un insieme di leggi “cornice” lasciate in atto ancora vuote, come nel campo delle riforme istituzionali, nel settore dei rifiuti, delle risorse idriche e del precariato. (09/10/2014)

- Comunicato stampa del Presidente dell'Asael e Presidente del Consiglio Comunale di Alia Matteo Cocchiara, su recepimento della riforma Delrio. leggi  (01/10/2014)

- Resoconto dei lavori della Conferenza Regione/Autonomie Locali, in cui l'ASAEL ha esposto il problema della situazione di differenzazione "non motivata" in cui si trovano questi "piccoli comuni", nel contesto della suddivisione delle risorse regionale.
Riteniamo che l'iniziativa sia stata coronata da un discreto successo, che consente per il corrente esercizio di poter disporre di risorse aggiuntive, la cui quantificazione sarà elaborata dagli uffici competenti. leggi (22/09/2014)

- Premio Letterario "Grotte della Gurfa" III Edizione.
Nell'esprimere profondo compiacimento per l'ottimo risultato conseguito  dalla Terza edizione del Premio Letterario "Grotte della Gurfa", ritengo che sia fondamentale affidare ad iniziative di tal genere la promozione e la valorizzazione del nostro trimonio artistico di questo territorio e soprattutto ripensare la cultura come asse strategico per lo sviluppo". (22/09/2014)

- La pubblicazione degli interventi in favore dell'edilizia scolastica finanziati con il c.d. "Decreto del Fare" da parte del Governo Renzi, oltre a rappresentare un'importante risposta ad una emergenza nazionale sul piano della sicurezza delle strutture, è soprattutto la dimostrazione che la politica è capace di dare soluzioni ai tanti bisogni degli italiani solo a volte se lo voglia.
Nell'esprimere grande soddisfazione per il finanziamento di 970 mila euro che in questo intervento nazionale ha ricevuto anche il Comune di Alia per la messa in sicurezza della propria scuola media, mi sembra anche un'utile occasione per riaffermare il principio che l'azione che deve quotidianamente espletare l'amministratore locale è propria quella protesa ad utilizzare ogni opportunità per recuperare quel gap esistente fra la "politica del fare" e quella dei semplici "annunci". (9 LUGLIO 2014)

- Elezione del Consigliere Comunale Nino Guccione a Presidente dell'Assemblea dell'Unione dei Comuni della "Valle del Torto e dei Feudi" COMUNICATO STAMPA "Esprimo il mio personale compiacimento per l'elezione a Presidente dell'Assemblea dell'Unione dei Comuni della "Valle del Torto e dei Feudi" del Consigliere Comunale di Alia, Nino Guccione. Mi auguro che questo atto, dopo anni di torpore, sia l'inizio di un atteggiamento positivo che debbono tenere i Comuni dell'Unione nei confronti di un soggetto istituzionale che è chiamato, già da qualche tempo, a svolgere in maniera associata alcune delle funzioni fondamentali al fine di:a) migliorare la qualità dei servizi erogati; b) contenere la spesa per la gestione di tali servizi; c) avviare o rafforzare le modalità di concertazione territoriale".

Lo ha dichiarato Matteo Cocchiara, Presidente del Consiglio Comunale di Alia, che proporrà al neo-eletto la convocazione di un'assemblea dell'Unione con la partecipazione dei Presidenti dei Consigli dei vari Comuni, che in uno ai Sindaci, possano celermente programmare l’utilizzazione delle somme che la Regione ha recentemente messo a disposizione delle Unioni.

- Considerazioni sulla conferenza cittadina che si è svolta ad Alia martedì 11 maggio.  Il gioco d' azzardo, che in breve si trasforma in una vera malattia (ludopatia), prende quali vittime 1,5 milioni di italiani, in prevalenza giovani. Creando un disturbo cronico-recidivante, nei confronti della propria vittima lascia, se non contrastato per tempo e con efficacia, poche possibilità di recupero. Di fronte a tale scenario tutto il tessuto sociale ha il dovere di reagire, prendendo coscienza che quello che quello che inizialmente è "un gioco e/o un passatempo” con il tempo si può trasformare in una vera e propria dipendenza. Pertanto le pubbliche istituzioni hanno il dovere di sensibilizzare le popolazioni nei confronti degli effetti deleteri del gioco d'azzardo nelle sue molteplici sfaccettature. Questi richiami ha emanato la conferenza cittadina che su iniziativa del Consiglio comunale di Alia ha chiamato i tecnici della Asp di Palermo (Costa, Picone) un valente psichiatra (Francesco La Rosa), la Guardia di Finanza (il Colonnello Liistro) ad approfondire il fenomeno sociale, che ha visto una folta presenza di pubblico e di rappresentanza istituzionale e professionale. "L'alto livello di interesse riscosso dall'iniziativa - dichiara il Presidente Consiglio Matteo Cocchiara- Ci sprona a continuare a lavorare per far crescere la consapevolezza della gravità del danno che il gioco d'azzardo provoca in una società che di già combatte con una grave crisi economica"

- Anche l’ASAEL aderisce alla manifestazione dell’Anci Sicilia degli amministratori locali che si terrà a Palermo il 5 maggio c.m. Lo comunica Matteo Cocchiara, Presidente del Consiglio Comunale di Alia e Presidente dell'ASAEL (Associazione Siciliana Amministratori Enti Locali).

- I territori: quali opportunità dai "Liberi Consorzi di Comuni e dalle Città Metropolitane ? ". Comunicato stampa di Matteo Cocchiara Presidente dell'A.S.A.E.L. e Presidente del Consiglio Comunale di Alia. (14 aprile 2014)

- ALCUNE CONSIDERAZIONI SULLA PROPOSTA DI RIFORMA COSTITUZIONALE E SUL CAMMINO DEI “LIBERI CONSORZI” ALL’ARS di Matteo Cocchiara, Presidente del Consiglio Comunale di Alia e Presidente dell'ASAEL (Associazione Siciliana Amministratori Enti Locali).

- LA CONDIZIONE DELLA FINANZA LOCALE ALLA LUCE DEI RISULTATI DEI TAGLI DEL COMMISSARIO ALLA FINANZIARIA REGIONALE 2014 di Matteo Cocchiara, Presidente del Consiglio Comunale di Alia e Presidente dell'ASAEL (Associazione Siciliana Amministratori Enti Locali).
 

- " Carissimi Concittadini, colgo l`occasione della fine dell`anno e del nuovo che va ad iniziare per formulare a Voi ed alle vostre famiglie i più sinceri auguri con la speranza che il 2014 sarà pieno di benessere e di ogni successo per ciascuno di Noi.
Esprimo la consapevolezza che ancora oggi fuori dal nostro Comune vive "un`altra Alia" ancora più numerosa che oggi deve essere considerata "un`altra risorsa",testimonianza di eccellenza che riscopre la gioia di stare assieme e l`orgoglio della propria identità e delle proprie indimenticate radici.
Il fatto di essere "Aliesi e siciliani" nella logica della globalizzazione delle società, delle culture e delle economie deve essere considerato da parte dei nostri "Aliesi nel mondo" un valore aggiunto nella loro condizione di esportatori di valori e di civiltà, stante che nel tempo, dovunque essi sono andati, hanno rappresentato spesso una posizione "mai subalterna ma centrale" nel contesto degli ambienti che li hanno ricevuti, dove spesso sono diventati protagonisti dello sviluppo di quei territori.
Il Consiglio Comunale di Alia, che ho l`onore di presiedere, ha sempre presente nelle proprie azioni che una parte della nostra comunità lo rappresenta con immenso valore ed orgoglio delle proprie origini e sono certo che si farà promotore di iniziative per rinsaldare sempre più detto rapporto con Voi.
Nell`accomunarmi ai Colleghi Consiglieri in un ideale e caloroso abbraccio, Vi rinnovo affettuosi auguri.
Dr. Matteo Cocchiara - Presidente del Consiglio Comunale di Alia (PA)