A L I A
Città Giardino

PALAZZO GUCCIONE

La famiglia Guccione aveva origini toscane, e giunse ad Alia agli inizi del secolo XVII. Già nella prima metà dell'800 la famiglia comprendeva ad Alia una decina di nuclei tra. loro strettamente legati in cui non mancavano tuttavia rivalità per il potere. Palazzo Guccione di via Cardinale è il più importante esempio di edilizia residenziale del secolo scorso, in stile liberty, ad Alia. Sorge nella parte più alta ed antica del paese, nel quartiere Rapatello. Il palazzo è di gusto eclettico con forti riferimenti al Liberty siciliano. La facciata a tre ordini presenta in quello inferiore il bugnato tipico della scuola di Ernesto Basile, che del lìberty ha dato in Sicilia la più originale e peculiare interpretazione, inserendo nell'international style elementi dell'arte rinascimentale e della cultura artistica siciliana. Le balconate dei due ordini superiori presentano inferriate in ferro fuso a motivi fitomorfi di una certa rigidità vicina agli stilemi ottocenteschi, senza dubbio estranea alla fluidità della linea art noveau; caratteristica di tatti gli altri elementi in ferro fuso che arricchiscono gli esterni di Palazzo Guccione, come le grate delle finestre e dei lucernari, mentre le finestre (bifore) dietro le balconate si richiamano al classicismo di Basile, e sono sottolineate da una cornice trilobata di squisita eleganza. L'ingresso principale presenta un portale con coronamento in ferro battuto e due colonne cori capitelli corinzi. L'edificio è sormontato da un belvedere, ed anche questo elemento è tipico dell'architettura liberty siciliana (un esempio tra tutti Villa Igiea a Palermo). Il pianoterra è destinato a magazzini, le due elevazioni sono abitazioni. L'androne e la scala sono realizzati con pavimento e gradini in marmo con pianerottoli decorati a tarsie geometriche policrome, le pareti sono in stucco e le ringhiere in ferro fuso. Di rilievo la decorazione a motivi geometrici sul soffitto del salone al primo piano, mentre le pareti sono a stucco lucido ad imitazione di varie qualità di marmo, ed il pavimento è di mattonelle in cemento colorato; i vetri sono policromi e decorati con lo stemma della famiglia. Le porte e gli infissi sono linea ed in pieno stile modernista, stile affermatosi in Sicilia a cavallo due secoli grazie alla collaborazione tra Basile ed il mobilificio Ducrot. Tutte le sale riprendono questi motivi decorativi astratti con forte tendenza al geometrismo caratteristico del tardo liberty. Palazzo Guccione è senza dubbio un luogo-chiave per la peculiarità del suo stile architettonico e decorativo.  


Torna alla home page